Diamo i numeri (8): il saldo fiscale

Nel corso delle mie discussioni con interlocutori di tipo istituzionale non di rado viene sollevata la “questione fiscale” che può essere così riassunta:

  • il carico fiscale che grava sui carburanti fossili è pari a circa il 70% del prezzo alla pompa (uno dei più alti al mondo) mentre quello sull’elettricità è meno del 40%.
  • in Italia si spendono circa 53 miliardi all’anno per acquistare 37 miliardi di litri di carburanti e si percorrono 440 miliardi di km (40 milioni di veicoli che percorrono in media 11.000 km l’anno)
  • se questi 440 miliardi di km venissero percorsi in elettrico, consumando 6kk(**) e pagando l’elettricità €0,27/kWh (*), la spesa scenderebbe a circa 20 miliardi
  • il gettito fiscale scende dunque da 53 * 70% = 37 miliardi a 20 * 20% = 4 miliardi con una perdita secca per lo Stato di

-€34 miliardi / anno

La mia risposta è che esistono – a carico dei combustibili fossili – dei costi occulti, principalmente di tipo sanitario.

Secondo il rapporto presentato recentemente dalla Fondazione Sviluppo Sostenibile, in Italia si contano circa 91,000 morti premature all’anno a causa dell’inquinamento; volendo attribuire anche solo il 30% di quest’ultimo al traffico veicolare (il resto sarebbe da attribuire al riscaldamento domestico, agricoltura e industria), esso sarebbe responsabile di 27,000 di queste morti. Applicando a ciascuna il “costo” derivante dalla metodologia OCSE (circa €2,3M) ne deriva per il sistema Italia un minor costo pari a circa

+€72 miliardi / anno

che dunque ampiamente controbilancia le minori entrate. Certo, bisogna ragionare in termini complessivi, ma i numeri sono chiarissimi!

POST SCRIPTUM: oggi, 20 febbraio 2018, viene pubblicato su Repubblica un articolo che cita una ricerca che arriva a conclusioni talmente identiche da far venire qualche dubbio…

 


(*) media tra il costo domestico (€0,22 – peso 70%) e quello esterno (€0,40 – peso 30%); è una stima generosa, perché non tiene conto degli autoconsumi sugli impianti fotovoltaici e prevede un costo esterno che ben difficilmente potrà essere mantenuto.

(**) kk = km/kWh


2 risposte a "Diamo i numeri (8): il saldo fiscale"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...