Diamo i numeri (1): CO2 – rev. 4 (metano + Lifecycle + dati 2016)

L’energia è materia complessa: pur avendo dedicato ad essa la mia carriera accademica sono ben conscio che l’argomento è talmente vasto ed oggetto di innovazioni rapide da rendere difficile sapere “come stanno davvero le cose”.

Non posso certo pensare di risolvere questo problema nel suo complesso, ma è possibile dare un piccolo contributo mettendo in fila qualche ragionamento quantitativo basato su dati affidabili e cercherò di farlo in una serie di post che iniziano con questo.

Quanta CO2 si risparmia?

1 kWh da rete nazionale = 335 g CO2 (Fonte: Rapporto ISPRA – dato 2016) perciò dividendo per il consumo chilometrico (Fonte: spritmonitor.de) 335/6.25 =

54 g/km 

(emissioni carboniche di 1 km percorso con un veicolo elettrico)

Il calcolo per un motore endotermico è un po’ più complicato, in quanto deve comprendere anche le emissioni legate all’estrazione e raffinazione del prodotto petrolifero (Well-to-Tank o W2T) e non solo quelle dovute alla sua combustione (Tank-to-Wheel o T2W), e per farlo useremo i dati riferiti agli USA.

STIMA EMISSIONI CARBONICHE W2T

Ora possiamo fare il calcolo completo: se la nostra vettura endotermica (che ipotizziamo faccia 15 km con un litro) viaggiando emette 110 g/km, bruciando 1 litro di benzina il totale è 2.338 (W2T) + 110*15 (T2W) = 3.988 g / 15 km =

265 g/km

(emissioni carboniche di 1 km percorso con un veicolo endotermico)

La differenza è dunque pari a 266 – 54 =  212 g/km; dato che la vettura media in Italia percorre circa 11.000 km/anno, il beneficio per ciascun nuovo veicolo che passa da endotermico a elettrico è di 11.000 * 212 = 2,3 ton CO2/anno.

Sappiamo che il totale delle emissioni di CO2 in Italia  in Italia (Fonte: Isprambiente) è di circa 419 Mton, dunque l’ipotetica conversione di metà del parco circolante abbatterebbe questo totale di circa il 2,3*40/2= 46, un valore che sarebbe sufficiente (senza altri interventi) a permettere all’Italia di raggiungere il target di emissioni suggerito dalla Commissione Europea per il 2030, ovvero 370 Mton / anno. (Fonte: Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile – Dossier Kyoto 2013)

CO2 emissions.001.png

Post-Scriptum 11/9/2017 – vetture a Metano

Dopo un po’ di ricerche ho trovato questo ponderoso studio realizzato qualche anno fa dalla TIAX LLC per la California Energy Commission.

A pagina 34 dello studio si trova un grafico piuttosto chiaro che raffronta le emissioni (in grammi / miglio) del metano rispetto alla benzina:

Screenshot 2017-09-11 13.22.16.png

Legenda: CNG = Compressed Natural Gas – LNG = Liquid Natural Gas – RFG = Reformulated Gasoline – VOC = Volatile Organic Compounds

Come si vede, dunque, il metano presenta vantaggi significativi sulle emissioni di VOC (principalmente benzene) che si riducono di due terzi rispetto alla benzina, ma NON rispetto al monossido di carbonio ed ai NOx, le cui emissioni sono praticamente identiche.

L’intero ciclo di vita

Le emissioni nell’intero ciclo di vita (calcolando cioè anche la produzione della vettura) sono invece state calcolate in questo studio e riassunte in questo grafico:

Lifecycle emissions.png

La situazione dell’Italia (con circa il 30% del consumo energetico proveniente da rinnovabili è a metà strada tra la media europea e l’ottimo dato francese.


17 risposte a "Diamo i numeri (1): CO2 – rev. 4 (metano + Lifecycle + dati 2016)"

  1. Per cortesia, decidi se il punto “.” è un separatore di decimali o di migliaia. Da un lato scrivi 12.000 km all’anno e dall’altro 2.5 ton. In italiano si assume che la virgola sta per i decimali e il punto per le migliaia, se vuoi la massima chiarezza, usa la virgola per i decimali e uno spazio per le migliaia.

    Il 15 in questa formula da dove salta fuori? “2.338 + 110*15 = 3.988 g / 15 km”

    Stai assumendo che un’auto faccia 15 km con un litro? Allora scrivilo.

    Infine, la tua stima sulle emissioni di CO2 legate alla produzione di benzina mi sembra esagerata. Un litro di benzina, bruciando, emette 2,35 kg di CO2 (tank to wheel) secondo le tue stime, ne emette altrettante per la produzione (well to tank). Se guardi le ricerche esistenti sull’argomento, vedrai che le emissioni WtT sono stimate attorno al 20% del totale, non di più.

    Mi piace

      1. Le fonti possono anche essere corrette, ma bisogna capirle. Il 10% che citi si riferisce a tutta l’industria estrattiva e di raffinazione. Ma mica che i suoi prodotti sono dedicati solo al trasporto! Nella stessa torta vedi che i trasporti rappresentano il 14% delle emissioni. Ergo, del 90% di emissioni non dovute all’industria petrolifera, 14/90 sono da attribuirsi ai trasporti. Quindi quel 10% va moltiplicato per 14/90. Perché il resto va ai prodotti petroliferi usati per scaldarsi, arare i campi e far girare le industrie.

        Mi piace

      2. Ma no! Da un barile di petrolio si producono 19/35 di benzina e 12/35 di diesel (link Rischiocalcolato); io ho tenuto conto SOLO della benzina proprio per eliminare gli usi “non autotrazione” (a meno che nei campi nella tua zona gli agricoltori usino la super…). E’ chiaro che si tratta di una approssimazione, ma casomai per difetto

        Mi piace

      3. Non è questione di arroganza, ma di tempo libero. Ti ho dato due link che fanno stime di WtT che sono un decimo delle tue. Ti do’ anche la chiave per trovare l’errore. E mi accusi di arroganza. Dimostrando appunto che sto perdendo tempo.

        Mi piace

      4. Beh, evidentemente non sono riuscito a chiarire cosa cerco di fare con questi post. Cerco di raccogliere dati di base da fonti indipendenti per arrivare a stime credibili. Posso senz’altro commettere errori (e chi non ne commette?) ma se vuoi correggerli (e te ne sarò grato) dovrai adattarti a queste regole. Se no hai ragione tu, stai perdendo tempo. I due link ENUNCIANO dati ma non spiegano assolutamente come siano calcolati, né riferiscono fonti dunque – per me – non sono di aiuto.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...